Close

Relax nel liberty: San Pellegrino Terme

A poco meno di un’ora da Milano c’è una piccola oasi in stile liberty, incastonata nella Val Brembana: San Pellegrino Terme.

Il paese di San Pellegrino Terme sorge sulle sponde del fiume Brembo, che attraversa tutta la Val Brembana. Da Milano si può tranquillamente decidere di fare una gita in giornata e godere delle meravigliose terme e della visita agli edifici in stile liberty che caratterizzano questo bel paese.

San Pellegrino Terme agli inizi del 900 conosce la fama di cittadina termale che attira subito il bel mondo, le classi agiate che cercano svago. Era, infatti, considerata, agli inizi del secolo scorso, una Signora del turismo.

Le testimonianze della Belle Epoque in perfetto stile liberty sono subito sotto i nostri occhi con le attrazioni principali: le terme, il casinò municipale, il grand hotel e i portici del centro.

Il motivo principale per cui si arriva qui è il bellissimo impianto termale e spa, firmato QC terme.

Il complesso in cui sorge (ex hotel terme di Milano) già agli inizi del 900 era considerata una struttura all’avanguardia sotto l’aspetto medico, impiantistico, organizzativo.

Purtroppo, con le due guerre mondiali e annessi e connessi del dopo guerra, verrà abbandonato a se stesso.

A Dicembre 2014 viene inaugurato il nuovo centro termale di oltre 6.000 mq. Il palazzo in cui sorge il cuore della struttura è un trionfo di affreschi, marmi, scalinate, colonnati e soffitti di inizi 900 che si uniscono a realizzazioni moderne e di design. All’interno tutto il mondo QC terme: vasche termali, vasche panoramiche, cascate tonificanti, stanze del sale, saune, bagni di vapore, percorso kneipp, idromassaggi e naturalmente trattamenti relax nella spa.

Le sale relax sono strepitose, soprattutto quella del giardino d’inverno, dove sorseggiare tisane su comode poltrone tra piccoli alberi di agrumi provenienti da varie regioni italiane. Una citazione particolare va poi fatta alla stanza olfattorio, dove allenare le narici con le essenze QC terme.

Se durante i percorsi termali, si desidera fare un break con uno spuntino, c’è la meravigliosa sala delle bibite, impreziosita da affreschi pompeiani e le fonti della famosa acqua di San Pellegrino.

Dopo aver goduto delle terme, si potranno fare due passi per il paese e scoprire proprio accanto a QC terme il meraviglioso edificio liberty che ospita il Casinò municipale.

Inaugurato nel 1907, ha preziosi elementi firmati Alessandro Mazzucotelli (il liberty a Milano è quasi tutto suo!). Fino al 1917, all’apice del suo splendore, funzionò come casa da gioco, ma poi la guerra…Comunque, proprio come oggi, ha sempre ospitato, successivamente alle guerre, congressi, matrimoni esclusivi, sfilate di moda, esposizioni d’arte. D’estate c’è la possibilità di visitarlo anche internamente, con delle visite guidate.

Proseguendo la passeggiata, sulla sponda opposta del Brembo è impossibile non notare l’imponenza e, purtroppo, l’abbandono del Grand Hotel. E’ un colosso di 7 piani, in assoluto e inequivocabile stile liberty.

Costruito nel 1905, era considerato modernissimo per l’epoca, infatti aveva già ascensore, luce elettrica, acqua potabile e telefono in tutte le 300 stanze. La hall con un gigantesco lampadario di cristallo e tutta decorata di stucchi, colonne in marmo, decorazioni liberty e uno scalone centrale con ringhiere in ferro battuto. Era chiaramente destinato ad una classe sociale elevata. Ci soggiornarono infatti Re e Regine, politici, uomini d’affari, scrittori e artisti. Fu chiuso nel 1979 e abbandonato a se stesso. L’enorme cupola che lo sovrasta e l’imponenza della struttura ti fanno subito fantasticare …E in un attimo è facile immaginare a passeggio per San Pellegrino Terme le dame di Boldini con i cappelli piumati.

 

Ma la Belle Epoque purtroppo è finita. Riuscirà San Pellegrino Terme, sotto l’impulso di QC terme, a tornare la Signora del turismo italiano? Secondo me se lo merita, perché è un posto veramente piacevole dove passare una giornata o un weekend di relax.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *