Close

I due guardiani silenziosi nell’orto botanico di Brera

C’era una volta un giardino in un convento di Gesuiti, curato come un bel orticello, nel cuore di Milano.

Orto

Nel 1774 Maria Teresa d’Austria decide di confiscarlo ai frati e decide anche che, quell’orto-giardino, diventerà un orto botanico con finalità didattiche e scientifiche per gli studenti di farmacia e medicina.

Un anno dopo, quindi 1775, arrivano i nostri due protagonisti Mr e Mrs Ginko Biloba, dalla Cina con furore.

Da quel momento diventano, senza immaginarselo, i guardiani e spettatori più longevi di questa oasi milanese.

Vedono, nel corso dei secoli, costruire: due vasche ellittiche perfette (per raccogliere l’acqua piovana per l’irrigazione), una serra da, niente di meno che, Piermarini, una specola per gli studi dell’osservatorio astronomico. Vedono le passeggiate di Parini quando era sopraintendente all’Accademia di Brera. Vedono gli anni bui dell’abbandono e gli anni in cui arrivano nuovi inquilini: un Noce del Caucaso, un noce americano, un tiglio gigantesco, magnolie e altre 3000 specie grandi e piccine, ornamentali e officinali.

Ci stanno tutti in 5000 mq e lo spettacolo è autenticamente armonioso.img_1718

img_1693

img_1681

img_1677La coppia e’ ancora lì, non si è mossa, e con la saggezza degli orientali, lungimiranti, guardano oggi, dopo il restauro del 2001, gli studenti della vicina accademia dipingere, i turisti passeggiare, le persone oziare all’ombra delle loro foglie in questo piccolo angolo di paradiso , nascosto nel cuore di Milano.

Si, perché hanno avuto molta fortuna: il luogo e’ nascosto, se non lo conosci non ci arrivi e qui ti dimentichi del caos cittadino.

img_1730

img_1722

img_1712

img_1696Se vi capita, cercatelo, entrateci, passeggiate, curiosate tra le 3000 specie, sedete sulle sue belle sedie e panchine ( di design, ovvio, siamo a Milano), leggete un libro o semplicemente godetevi il silenzio.

Prima di uscire però passate a salutare i due guardiani silenziosi, please.

2015-04-18_brera_orto_botanico_0img_1714

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *