Close

Chi arriva e chi resta: creando e viaggiando

Qualche anno fa, durante un mio viaggio in Sicilia, terra anche della ceramica artistica, sono stata colpita da due laboratori diversi per stile ma entrambi innovativi, creativi ed estrosi nelle forme e nei disegni.
Il primo è il “Circo fortuna” di Caroline van Riet, con sede nell’affascinante Ortigia.
Caroline dopo un giretto per l’Europa ha deciso di stabilirsi definitivamente nella bella Sicilia e sperimentare nuove tecniche pittoriche su ceramica e non.
Il piccolo laboratorio in uno dei vicoli di Ortigia sicuramente non vi lascerà indifferenti.

untitled
Il secondo di cui vorrei parlarvi è “Improntabarre” di Andrea Branciforti.

untitled
Mi ha colpito di questo laboratorio l’amore per la tradizione, unita all’innovazione dei colori e delle forme, infatti, insieme alle classiche ceramiche di Caltagirone, si affiancano pezzi unici e artigianali con forme e disegni più moderni. La tradizione che si fonde con l’innovazione; l’innovazione che affonda le sue radici nella tradizione e ne accresce il valore.
improntabarre_nero

 

Se siete da quelle parti vi consiglio di passare e sbirciare…non ne uscirete a mani vuote.

 

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *